Nuotare su una tratta così impegnativa prevede un supporto molto competente.
Ecco i protagonisti della rotta verso Ustica

Skipper

GIOVANNI AIELLO, Palermo

Consulente finanziario e collaboratore del Credito Emiliano, Giovanni ama lo sport e in particolare la pratica delle attività veliche (windsurf, kitesurf e vela d’altura). Nel suo passato c’è anche un breve periodo di pallanuotista, ma non si considera un nuotatore; ha partecipato a diverse competizioni, ha effettuato gare di sci nautico ed ha rappresentato la federazione di Sci Nautico siciliana (F.I.S.N.) per qualche anno. E’ stato skipper anche per turismo, ma oggi naviga solo per diletto, talvolta, come in questo caso, a bordo della sua ‘Mammy The Best 2’ per contribuire a iniziative di sensibilizzazione collettiva sui temi della sostenibilità.

Skipper

ITALO FARACI, Palermo

Appassionato velista di provata e ultradecennale esperienza, e grandissimo navigatore, Italo è uno skipper di grande fama in Sicilia per il significativo numero di regate (famose quelle che hanno visto la sua partecipazione nella Palermo – Montecarlo) e gli importanti risultati nel tempo, tra cui un Titolo Italiano Vela d’ Altura e tante altre esperienze in campo internazionale, che lo rendono uno dei protagonisti indiscussi del mondo della nautica. Da vero uomo di mare, lo ama più di ogni altra cosa, ed è un bravissimo pescatore. Il suo obiettivo: andar per mare guardando orizzonti che siano concreti, sul Comet 45 di nome Wireless che accompagnerà la Ustica Blue Days

Kayaker

GIACOMO DELLA GATTA, Palermo

Maestro di Kayak da Mare della FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak), Giacomo è un grande viaggiatore, appassionato di mare e di ambiente. Dopo i primi viaggi in kayak negli anni ’80 intorno alla sua Sicilia, circumnaviga tutte le grandi isole del Mediterraneo. Con il suo kayak viaggia anche in giro per il mondo, navigando in alcune delle zone più remote della Terra, come la Groenlandia, l’Isola di Terranova, il Kovsghol Lake in Mongolia e il Fiume Niger in Africa. Le immagini e gli appunti raccolti in queste esperienze lo inducono a creare un sito web per la condivisione e la diffusione della cultura del kayak in mare, www.kayakexplorer.com. Dirige oggi la Scuola di Kayak da Mare del Circolo Velico di Sferracavallo

Kayaker

FRANCESCO TOCCO, Terrasini (PA)

Meglio conosciuto come “Cicciokayak”, Francesco ama scoprire le meraviglie della sua costa, quella compresa in particolare nel tratto di mare tra Cinisi e Terrasini, dove vive, che perlustra in lungo e in largo col suo kayak dall’età di 13 anni. L’incanto, da sempre, è accompagnato dallo stupore di trovare in acqua rifiuti di ogni genere come frigoriferi, copertoni, bottiglie di plastica e tanto altro, senza mai smettere di domandarsi come sia possibile e avvertendo in sé l’urgenza di rimediare con il suo senso di responsabilità personale. E’ così che è iniziata la sua avventura #pulireilmareinkayak, con missioni un po’ in tutta la Sicilia e in vari punti dell’Italia nelle quali recupera quanta più spazzatura possibile e, portandola sulla terra ferma, la differenzia negli appositi contenitori. Piccoli gesti di civiltà che l’hanno reso testimonial del WWF Italia e della Federazione Italiana Canoa Kayak.