Programma

USTICA BLUE DAYS – La sostenibilitá dal centro del Mediterraneo, che si svolgerà tra Palermo e Ustica dal 23 al 25 luglio2021, è la 1^ edizione che nutre l’ambizione di diventare una manifestazione annuale culturale, sportiva e divulgativa, per lanciare temi umanitari che vanno dalla salvaguardia ambientale all’abbattimento delle barriere e alla parità dei diritti, promuovendo il rispetto tanto per l’ambiente quanto per la dignità umana in un mondo più inclusivo e più giusto, in pace, e in armonia con la natura: Ustica, 30 anni fa pioniera del turismo sostenibile con la creazione della sua Area Marina Protetta, può oggi diventare pioniera di nuovi target turistici grazie a un nuovo ruolo che la ponga a centro nevralgico e sede di lancio di grandi temi legati alla salvaguardia ambientale e della dignità dell’uomo.

Venerdì 23 Luglio 2021 – Circolo Velico  Sferracavallo
ore 18:00 – Franco Andaloro, Presentazione WWF
ore 19:00 – Cocktail di presentazione per i giornalisti
ore 21:00 – Partenza “30 miglia per Ustica”

Sabato 24 Luglio 2021 Ustica     
ore 9:00 – Apertura Mostra – Mercato “Prodotti di Ustica” 
ore 9:30 – Convegno scientifico “Ustica Blue Days, La Sostenibilitá dal Centro del Mediterraneo“ (info per collegamento)
ore 13:30 – Chiusura dei lavori
ore 19:00 – Arrivo della “30 miglia per Ustica” e Benvenuto istituzionale
ore 21:00 – Cena 

Domenica 25 Luglio 2021 Ustica
ore 08:00 – Circumnavigazione dell’isola di Ustica in Kayak e raccolta della plastica con l’iniziativa “Pulire il mare in kayak” 
ore 10:30 – Consegna simbolica dei sacchetti alle Istituzioni di Ustica

30 Miglia per Ustica

30 miglia per Ustica è una ecostaffetta a nuoto, che si svolgerà tra il 23 e il 24 luglio 2021, con la quale 15 coraggiosi nuotatori esperti di nuoto in acque libere provenienti da tutta Italia si susseguiranno bracciata dopo bracciata nel tratto di Mediterraneo tra il Circolo Velico di Sferracavallo (sito) a Palermo e il porticciolo di Ustica, che distano 30 miglia marine ovvero 54 chilometri. Lo sport è stato scelto come linguaggio per veicolare la sostenibilità nei diritti e sensibilizzare al rispetto della Natura in ogni sua accezione, coerentemente agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU (sito) per i quali qualunque declinazione di progresso non può prescindere dai valori fondanti una società civile quali l’inclusione, le pari opportunità, la valorizzazione delle diversità e l’abbattimento di ogni barriera, fisica e morale. 

Protagonisti di 30 miglia per Ustica saranno anche i tre kayaker di accompagnamento alla staffetta e i tre skipper che guideranno le barche a vela di supporto nelle difficili manovre di accostamento in mare al nuotatore di turno e al kayak che lo scorta.

30 miglia per Ustica sarà anche una delle tappe del “Giro d’Italia a Nuoto”, un’iniziativa promossa da uno dei quindici nuotatori, Salvatore Cimmino, e patrocinata dalla Camera dei Deputati, dalla Lega Navale Italiana e dalla Guardia Costiera per sostenere un mondo inclusivo e senza barriere. La Guardia Costiera seguirà l’intera 30 miglia per Ustica con un suo natante.

Il convegno scientifico

Obiettivo del convegno “Ustica Blue Days – La sostenibilità dal centro del Mediterraneo”, che si svolgerà in forma di webinar il 24 luglio 2021, è quello di declinare la sostenibilità dal punto di vista scientifico analizzando aspetti che vanno dall’economia blu alle tecnologie emergenti per la transizione energetica ed ecologica. Attraverso il confronto scientifico tra ricercatori, imprenditori, esperti e stakeholder in tema di clima, di tecnologie avanzate e di una nuova etica territoriale che coinvolga le aree più marginali come quelle insulari, l’intento è quello di riportare attenzione su un’isola al centro del Mediterraneo, la “perla nera” Ustica, come possibile modello di sviluppo secondo la visione e i valori human-centric dell’Europa per il nostro futuro sostenibile. Il convegno intende altresì animare il dibattito sui temi dell’ambiente affrontati nella prospettiva del Mediterraneo: bacino di attraversamento per l’Europa di grandi flussi migratori, ma anche polmone di biodiversità e prezioso ecosistema naturale da tutelare contro le conseguenze del cambiamento climatico, per il suo importante ruolo in grado di incidere sugli equilibri climatici dell’intero pianeta.

Struttura del convegno. Il convegno si compone, dopo i saluti introduttivi, di tre sessioni di lavoro di 45 minuti l’una con altrettanti panel di discussione moderati ciascuno da una o un giornalista esperti delle tematiche che verranno discusse. Ogni panel avrà una relazione introduttiva cui seguiranno altre due relazioni, per un totale di tre speaker con interventi di 10 minuti ciascuno. Al termine delle tre sessioni di lavoro seguirà una tavola rotonda, anche questa coordinata da un giornalista, che costituirà un utile momento di riflessione, approfondimento e dibattito.