I nuotatori e le nuotatrici della 1^ edizione delle 30 miglia per Ustica

GIANLUCA CALDANI, Firenze

Appassionato di nuoto, e soprattutto di nuoto di fondo, Gianluca ha affrontato tante traversate con la grinta di chi vuole sfidare i suoi limiti (tempo massimo di nuotata in gara 5h e 10′ nei quali ha percorso 21 km) e con la passione di un idealismo che può esprimersi attraverso tanti linguaggi, incluso e soprattutto quello dello sport. Fiorentino doc, da vero veterano Gianluca partecipa a gare di Fondo e Gran Fondo in acque libere da oltre 25 anni, tra le quali: Coppa Byron, Traversata Delle Bocche Di Bonifacio, Traversata Dello Stretto Di Messina, Cavi – Sestri, Traversata Del Golfo Di Oristano, Periplo Dell’argentario, Gran Fondo Di Alghero 17km, Gran Fondo Delle 5 Terre 16 Km, Gran Fondo Del Naviglio 25 Km, Elba Swim 12km.

RENATA CALECA, Palermo

Giá nuotatrice agonista, Renata partecipa e due europei juniores e a varie competizioni internazionali con la nazionale giovanile di nuoto. Dopo la piscina, la passione per il mare: prende parte (e spesso vince!) a decine di gare a mare e a vari circuiti nazionali di nuoto di fondo. Oggi, e da 15 anni, è un’allenatrice di nuoto e insegnante, e nuota soprattutto per diletto o per obiettivi valoriali come quelli di Ustica Blue Days. Con un bell’obiettivo: divertirsi!

SALVATORE CIMMINO, Torre Annunziata

A soli 15 anni Salvatore viene colpito da un terribile osteosarcoma che lo costringe, per salvarsi la vita, all’amputazione della gamba a metà del femore. All’età di 41 anni, sotto consiglio medico, comincia a nuotare. Capri/Sorrento di 22 km, “Sciopero nuotando!”, “Giro d’Italia a Nuoto”, solitaria alla “Capri – Torre Annunziata” e successivamente alla “Capri – Napoli”, testimonial per “Il Giro d’Europa a Nuoto”, “A nuoto nei Mari del Globo – Per un mondo senza barriere e senza frontiere”, “Giro d’Italia a Nuoto 2021 – Per i diritti delle persone con disabilità, per un’Italia sempre più inclusiva”, una delle cui tappe coincide con la “30 Miglia per Ustica”.

CRISTINA DE TULLIO, Milano

Co-organizzatrice della Ustica Blue Days, Cristina è una Unstoppable Women per l’inclusione e per una maggior consapevolezza del rispetto ambientale. Econuotatrice, ha partecipato con ‘Aps BastaPlastica in MARE’ a “La natura del mare”, un evento ecologico interregionale tra Cattolica e il Parco naturale di Monte San Bartolo. Organizzatrice di eventi con finalità sociali e di valorizzazione dei territori. crede e promuove lo sport come strumento inclusivo e veicolo di messaggi importanti. Nuotatrice paralimpica, fa parte del gruppo “100 Donne per tutte” che vuole ispirare una rivoluzione culturale, che superi gli stereotipi di genere, rilanciare la Convenzione di Istanbul e la sua attuazione e combattere le violenze. E’ Data&AI Technical Specialist e IBM Volunteers per Bee Green Italy, su temi ambientali, e MWA, per l’inclusione delle Persons with Disabilities.

MAURIZIO DI FRESCO, Palermo

Dopo aver girovagato per alcuni anni per il mondo, principalmente tra paesi arabi ed anglofoni, per motivi di studio e di ricerca, a Palermo si occupa di amministrazione sanitaria. Ex pallanuotista, è protagonista nel nuoto master e, da sempre amante della natura e difensore dei suoi valori, è al mare che negli ultimi dieci anni ha rivolto una grande passione, sia nel settore sportivo, con gare di nuoto master e disputando regate veliche in vari campionati d’altura e manifestazioni, sia nel diporto nautico, cercando di trasmettere l’amore per il mare e la natura alle due figlie Alma e Delia.

FLAVIO LODE, Milano

Papà e nuotatore, Flavio è laureato in giurisprudenza e consulente tecnico commerciale, è istruttore di nuoto con brevetto FIN dal 1997 e Life Guard International, ha un brevetto assistente bagnanti FIN dal 1996, è appassionato di tutto ciò che è acquatico ed è profondamente amante degli animali. Il suo obiettivo? Stare in acqua il più possibile! Tantissime le sue esperienze di nuoto in acque libere, che lo hanno visto attraversare tutta Italia con la passione di chi ama il nuoto e con il suo personale slogan: “Fai quello che gli altri non fanno”.

CAMILLA MONTALBETTI, Varese

Nata il 9 agosto 2001, Camilla nuota fin da piccola, da sempre amante dell’acqua. Camilla ama stare ore in mare per vedere le specie marine e per sentire la tranquillità del mare. A 11 anni ha gareggiato per la prima volta in acque libere a Reno di Leggiuno, alla Nuotata dell’Eremo. A 14 anni ha partecipato alla 14 km dell’Oceanman al Lago d’Orta, dove si è posizionata seconda donna ottenendo il pass per la finale a Benidorm (Spagna), arrivando anche qui seconda donna assoluta. A 17 anni ha partecipato alla Marathon Swim (27 km) sul Lago d’Orta, arrivando prima donna assoluta. Si definisce “una ragazza solare, scombinata e determinata nel perseguire i suoi obbiettivi e coltivare le sue passioni, quali, oltre al nuoto, dipingere, andare in moto, viaggiare, cucinare e mangiare”. Dallo scorso anno è assistente bagnante e da poco ha iniziato a trasmettere la sua passione per il nuoto anche ai bambini. Nella prima tappa del Grand Prix Sicilia, il 27 giugno 2021, si è posizionata prima nella 5km

GIULIA NOERA, Palermo

Giornalista, formatrice in management dello sport e campionessa indiscussa di nuoto master, attualmente impegnata nella squadra della società Olympia ASD di Palermo e co-organizzatrice della Ustica Blue Days, Giulia è la “farfalla siciliana”, vincitrice di svariate medaglie in campo internazionale e detentrice di record: 31 titoli italiani individuali, 2 record italiani (200 stile libero/200 farfalla), 2 ori mondiali in staffetta, un bronzo mondiale individuale (200 farfalla), 2 bronzi individuali europei (50 farfalla/200 stile libero), 3 argenti mondiali in staffetta, 5 ori europei in staffetta. Con l’intento di promuovere e sostenere l’attività sportiva declinata in tutti i suoi sbocchi e cioè cultura, salute, società, inclusione e tempo libero, è anche responsabile della comunicazione della “Consulta femminile dello sport” del Coni ed è membro del Panathlon International con collaborazioni importanti nel mondo delle Pari Opportunità tra cui anche quella con la Fondazione Marisa Bellisario

SABRINA PERON, Milano

Mamma, nuotatrice, filosofa e avvocata: Sabrina è la prima donna italiana che ha ottenuto il riconoscimento della “Triple Crown of Open Water Swimming”, una sfida internazionale di nuoto: il Canale della Manica (33 km tra Francia e Inghilterra), il Canale di Catalina (32,5 km tra l’isola di Catalina e la terraferma della California) e la Manhattan Island Marathon Swim (una circumnavigazione di 48,5 km dell’isola di Manhattan, New York City). Il nuoto di fondo è per lei una grande passione che l’ha portata a solcare i mari del mondo… e quelli italiani, in particolare siciliani, per l’attrazione che ha verso l’isola che ha dato i natali alla sua mamma. E’ una delle tre donne italiane ad aver fatto la traversata Vulcano – Capo Milazzo (2016). Ha altresì nuotato la Vulcano – Capo Calavà (2019) e la pionieristica Lampedusa – Lampione (2017), oltre allo Stretto varie volte. E’ stata insignita del Premio Sport & Civiltà, Parma – 2018, e del premio Gianni Brera, Milano – 2019.

SARA PETROLLI, Rovereto

Classe 2003, Sara nuota sin da piccolissima, iniziando a fare gare di nuoto di fondo sin dal primo anno della categoria ragazzi e classificandosi da lì a seguire per i campionati italiani a Riccione. Nel 2017 la sua prima gara di fondo in acque libere con la 4km nel Lago di Caldonazzo. Nel 2020 ha partecipato per la prima volta al circuito Italian Open Water Tour alla tappa di Maccagno, arrivando terza nella classifica del Challenge. Dopo aver partecipato ai campionati italiani assoluti di fondo a Piombino facendo la 10km, la 5km e la 2,5km, ha anche partecipato alla prima tappa di Italian Open Water Tour a Vulcano vincendo le gare 6km, 3km e miglio marino

ELENA PRINCIVALLE, Villadossola

Elena, conosciuta da tutti come laPrinci. Appassionata di nuoto in acque libere fin da giovanissima. L’ultimo anno delle superiori è nata la passione in vasca, che l’ha portata poi a camminare lungo il bordo vasca per tantissimi chilometri diventando istruttrice di nuoto ad ottenendo il brevetto da bagnina.
La sua passione per l’acqua spazia dalla vela al sub, negli ultimi due anni ha partecipato ai progetti di citizen science di Tethys con lo scopo di aiutare i biologi nella ricerca degli animali e lo studio dei cetacei nel loro ambiente naturale nel mediterraneo. Il brevetto da sub la porta spesso ad ammirare le bellezze celate sotto il blu del mare di cui è da sempre affascinata.
Elena nuota e si allena a Mergozzo, il piccolo laghetto perla Ossolana… Ideatrice del gruppo facebook Mergozzo swim team, che aiuta i nuotatori a conoscersi e organizzarsi per nuotare in gruppo in sicurezza.
La primissima gara in acque libere a Mergozzo, a 24 anni, da lì la traversata dei Castelli di Cannero di Italian Open Water Tour e, nel 2021, la traversata delle Isole Eolie sempre per IOWT. La traversata più lunga, solo per ora, il giro della isola Île Sainte-Marguerite (Iles des Lérins) davanti a Cannes.
Nel 2020 ha preso parte alla ideazione e organizzazione all’iniziativa All you need is Swim, per riunire il movimento di nuoto in acque libere in difficoltà durante il primo lockdown.

STEFANO SALVATORI, Roma

Professione documentarista, con ISPRA – l’Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale – in progetti legati alla tutela degli habitat marini (l’ultimo in ordine di tempo il progetto Europeo Life SEPOSSO , che lo ha visto impegnato con i ricercatori nel monitoraggio dei trapianti di Posidonia ad Augusta, Ischia, Santa Marinella a Civitavecchia, Piombino e Villasimius), con altri enti di ricerca privati e da lunga data con la trasmissione GEO di Rai 3, Stefano è impegnato in varie iniziative che riguardano la tutela ambientale marina. Tra le ultime, la traversata sulla rotta delle tartarughe e dei delfini da Pecorini Mare a Rinella a Salina, nelle Eolie, per dare voce al mare, ai suoi abitanti e a chi si occupa della loro tutela da anni come fa il Filicudi Wildlife Conservation. Tante le nuotate in solitaria, come la Alicudi – Filicudi conclusa in 6h 20′ e la Amalfi – Positano – Amalfi in notturna.

DAVIDE SCAVUZZO, Trieste

Siciliano di Catania, vive e lavora a Trieste dove coordina, per conto della multinazionale nel settore Oil&Gas per la quale lavora, la base operativa in cui viene sviluppato il settore della robotica marina. Oltre che ingegnere, Davide è un nuotatore con la passione per l’acqua fin da bambino, prima svolgendo attività agonistica nel nuoto, sino al 1984, poi fino al 2000 da agonista nella pallanuoto, partecipando ai campionati Nazionali in diverse serie, dalla C alla A2. Appassionato da sempre di mare, partecipa a svariate manifestazioni Open Water, tra le quali: Egadi Swim Race, Traversata del Lago d’Idro (Swim the Lake), Copa Marnaton de Formentera Circuito Balearia E-Dreams, Trofeo Enzo Maiorca, Traversata dello Stretto di Messina, e molte altre.

ENZA SPADONI, Palermo

Unstoppable Women nella lista delle donne da seguire nell’innovazione in Italia, Enza è Innovation Manager esperta di Local Development, nuotatrice, impegnata nella squadra della società Olympia ASD di Palermo e co-organizzatrice della Ustica Blue Days. Ingegnera e PhD per la ‘Robot Companion for Citizens Area’ dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa,  è in generale impegnata nelle attività di Terza Missione, ed è membro del Comitato Unico di Garanzia sulle Pari Opportunità e contro le discriminazioni. E’ coordinatrice regionale per la Sicilia della Community Donne 4.0 e con la passione per l’ambiente ha già lanciato traversate per sensibilizzare sui temi del cambiamento climatico (#respectnature) come quella dello Stretto. Scrive di scienza e ricerca, di ambiente e di pari opportunità sul suo blog per AGI Scienza.

LUCIANO VIETRI, Roma

Luciano matura la passione per il nuoto fin da bambino, arrivando a gareggiare a livello nazionale. Da atleta master, il nuoto di fondo diventa una sua specialità, insieme alla quale coltiva l’amore per l’insegnamento, dapprima come istruttore e poi come allenatore, in particolare della squadra Master giallo-blu del Nautilus. Luciano è anche organizzatore di prestigiose manifestazioni sportive, come la Nuotathleticon, che unisce il nuoto con la corsa, la Traversata dello Stretto di Messina a nuoto, luogo unico e affascinante dove si nuota in un misto di eccezionali emozioni, e le traversate del Team Italia (nuotatori provenienti da tutta Italia), come quella, oltre a tappe come Malta e Palma di Maiorca, del Bosforo, tra le più prestigiose ed importanti del panorama internazionale dell’open water, per la quale ha ottenuto anche diverse medaglie di categoria ed un terzo posto assoluto nell’edizione del 2015. Organizza anche manifestazioni ludiche come il Bagno di Capodanno a Roma, ormai un appuntamento fisso per chi vuole cominciare in modo diverso il nuovo anno con i migliori propositi. Il suo impegno civile lo porta a organizzare svariate manifestazioni, come la 12 Ore no-stop Nuotando con AmOre il cui ricavato è devoluto alle famiglie svantaggiate. Nell’estate del 2015 affronta la Olbia-Ostia a nuoto per un mondo senza barriere, e nel 2018 ha effettuato durante la giornata internazionale per l’autismo una impresa natatoria che ha visto sei città d’italia impegnate in 30km di nuoto in vasca in 30 ore.